BANDO DI SELEZIONE PER LA PARTECIPAZIONE A TIROCINI POST LAUREA FINALIZZATI ALLA QUALIFICAZIONE DELL’ACCESSO ALLA PROFESSIONE DI INGEGNERE

scadenza 11 aprile 2016 ore 12.00

in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Trento, l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Bolzano, l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Verona, la Provincia Autonoma di Trento e la Fondazione Luigi Negrelli 

Art. 1 - Requisiti per la partecipazione

Possono partecipare alla selezione:

  1. i laureati non ancora abilitati alla professione di ingegnere alla data di inizio del tirocinio, in possesso di un titolo di II livello (laurea specialistica/magistrale e magistrale a ciclo unico) in Ingegneria Civile, per l’Ambiente e il Territorio, Edile/Architettura, delle Telecomunicazioni dei Dipartimenti di Ingegneria dell’Università degli Studi di Trento, che abbiano ottenuto un punteggio di laurea pari almeno a 99/110. Sarà richiesto inoltre, ai sensi della normativa vigente, che il tirocinio venga avviato entro 12 mesi dalla data di conseguimento del titolo; 
  2. i laureati non ancora abilitati alla professione di ingegnere alla data di inizio del tirocinio, in possesso di un titolo di I livello (laurea triennale) in Ingegneria Civile, Ambiente e Territorio, dell'Informazione e organizzazione di Impresa, dell’Informazione e delle Comunicazioni, Elettronica e Telecomunicazioni dei Dipartimenti di Ingegneria dell’Università degli Studi di Trento, che abbiano ottenuto un punteggio di laurea pari almeno a 99/110 e che non risultino iscritti a un corso di laurea magistrale. Sarà richiesto inoltre, ai sensi della normativa vigente, che il tirocinio venga avviato entro 12 mesi dalla data di conseguimento del titolo.

Art. 2 - Durata del tirocinio ed altre attività formative

  1. I tirocini hanno una durata di 6 mesi (800 ore), fatte salve esigenze specifiche che dovessero risultare anche nel corso del progetto. I tirocini verranno avviati a partire dal mese di aprile 2016. La data esatta di inizio verrà concordata tra il tirocinante selezionato e il soggetto ospitante, tenendo conto anche dei tempi tecnici necessari per l’attivazione.
  2. Nell’impegno complessivo del tirocinante (800 ore) rientra anche la frequenza di corsi di approfondimento in materie economiche, giuridiche e su argomenti di interesse collegati all’esperienza di tirocinio usufruibili secondo le modalità definite dall’Ordine degli Ingegneri di Trento.

Art. 3 - Numero tirocini e sede dei soggetti ospitanti

  1. Sono disponibili in tutto n. 11 tirocini così distribuiti:
  • n. 9 presso studi professionali, società e altri enti con sede in provincia di Trento di cui siano titolari (o socio o rappresentante legale, o per delega) professionisti iscritti all’Ordine degli Ingegneri
  • n. 2 presso studi professionali, società e altri enti con sede in provincia di Bolzano di cui siano titolari (o socio o rappresentante legale, o per delega) professionisti iscritti all’Ordine degli Ingegneri 
  1. Potranno partecipare al bando anche candidati che abbiano individuato autonomamente uno studio professionale/società/ente nelle province di Trento, Bolzano e Verona. Tali candidati dovranno rispettare i requisiti in termini di merito e di data di conseguimento del titolo di cui all’art. 1, mentre potranno possedere un qualunque titolo di laurea o laurea specialistica/magistrale dei Dipartimenti di Ingegneria dell’Università di Trento. Gli studi professionali/società/enti individuati dovranno avere titolari (o socio o rappresentante legale, o per delega) professionisti iscritti all’Ordine degli Ingegneri della provincia di Trento, Bolzano e Verona). Infine tali studi professionali/società/enti non dovranno già risultare tra i potenziali soggetti ospitanti aderenti al presente bando

Art. 4 - Borse di studio

  1. Per ogni tirocinante selezionato è prevista una borsa di studio di natura indennitaria, erogata dal soggetto ospitante, pari a 681,90 euro lordi/mese.
  2. Qualora il tirocinante, in caso di gravi e giustificati motivi, dovesse interrompere l’attività di tirocinio sarà tenuto a darne tempestiva comunicazione, oltre che al soggetto ospitante, anche alla Fondazione Luigi Negrelli, che partecipa all’iniziativa in qualità di soggetto che ne monitora l’effettiva realizzazione, inviando, contestualmente ad entrambi, una relazione sull’attività svolta fino a quel momento. In questi casi la borsa di studio sarà corrisposta per la quota parte del tirocinio svolto.

Art.5 - Certificazione

  1. Le ore di tirocinio e le ore impegnate nei corsi di approfondimento vengono annotate su apposito registro.
  2. Al termine del tirocinio viene rilasciato a ogni tirocinante un documento attestante l’attività svolta e le competenze acquisite. Il documento viene sottoscritto dal referente del soggetto ospitante e validato dall’ufficio JobGuidance.

Art. 6 - Elenco candidati idonei

  1. La Commissione, composta da tre membri: uno dell’Università degli Studi di Trento, uno dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Trento e uno della Provincia Autonoma di Trento, effettuata la verifica delle candidature, procede a redigere l’elenco dei candidati idonei sulla base della corrispondenza tra la tipologia di titolo conseguito (livello e corso di studio) dai candidati e quella indicata come prioritaria dai soggetti ospitanti.
  2. In caso di candidati che abbiano individuato autonomamente uno studio professionale/società/ente disponibile, la Commissione valuterà la qualità del progetto proposto e la coerenza con la finalità dei tirocini prevista dal presente Bando di selezione.

Art. 7 - Preselezione e Colloqui

  1. La Commissione trasmetterà agli studi professionali/società/enti solo le candidature degli idonei ritenute in linea con le richieste dei singoli soggetti ospitanti. Sarà lo studio professionale/società/ente che contatterà i candidati di suo interesse per fissare un colloquio conoscitivo selettivo entro un mese dalla scadenza del bando. L’attivazione dei tirocini è in ogni caso subordinata all’esito positivo del colloquio tra candidato e studio professionale/società/ente

La scelta del candidato verrà comunicata alla Fondazione che a sua volta informerà l’Università affinché curi l’iter di attivazione del tirocinio. Ogni tirocinio viene formalizzato con la stesura di un progetto che descrive il percorso di formazione e apprendimento previsto per il tirocinante. Ulteriori dettagli del progetto potranno essere definiti in itinere, in accordo tra tirocinante e soggetto ospitante.

Art. 8 - Documentazione per la partecipazione

  1. Alla candidatura online, è necessario allegare la seguente documentazione:
    1. curriculum vitae;
    2. elenco degli esami sostenuti con data e votazione di laurea;
    3. eventuale lettera da par